IL TEMPO PER LEGGERE

La nostra società che corre sempre veloce, ha subito un traumatico stop. Alcune delle conseguenze di questo brusco arresto sono evidenti; altre, più subdole, si riveleranno soltanto in seguito.

In questo periodo particolare ho scoperto un nuovo attaccamento a questo blog, a lungo messo in secondo piano a favore del social più apprezzato del momento. Il blog richiede tempo, dedizione; Instagram è immediato, di grande impatto. La bolla di irreale sospensione nella quale mi sembra di galleggiare, mi ha portata a riconsiderare i pregi di questo mezzo, soprattutto la calma e la dimensione di riflessione che riesce ad evocare, in opposizione alla rapida scorsa che di solito si da alle immagini di Instagram, e la conseguente lettura frenetica, mai attenta, senza anima dei vari post.

Il blog mi rilassa; mi concedo tutto il tempo per scrivere le mie recensioni e per leggere gli articoli degli altri blogger. Mi soffermo a riflettere su quanto questa comunità virtuale sia sensibile e preparata, imparo sempre qualcosa.

Voi che rapporto avete con i vari social?

ultimo logo 1

 

 

54 pensieri riguardo “IL TEMPO PER LEGGERE

  1. Il blog è il mezzo più efficace se si ha realmente qualcosa da dire, perché richiede tempo sia chi scrive che a chi legge. Io uso solo FB, mi basta e mi avanza, ci perdo anche troppo tempo, ma lì si procede ‘per titoli’, è tutto sfuggente, decisamente effimero e destinato a perdersi in pochi minuti.

    Piace a 1 persona

  2. Ho account su Facebook, Twitter e Instragram, ma ci vado solo per dare un’occhiata e vedere se ci sono sempre le persone che mi interessano. Instragam è troppo superficiale, fatto solo di immagini spesso insulse buttate lì per fare mucchio. FB è la feccia dove ognuno si sente in dovere di sparare sentenze e sapienze senza sapere di che cosa sta parlando. Twiter è l’immondezzaio dei politici.
    Il blog invece è un’isola (quasi) pulita. Qui è più difficile farsi apprezzare, i blogger veri (non i soliti influencer da rivista patinata) hanno argomenti interessanti e li scrivono bene, osservando anche il rispetto per la forma e la conoscenza. Difficile trovare qui gente che spara a vanvera. Ovvio l’eccezione c’è ovunque, però viene quasi sempre ignorata, pertanto depotenziata.
    😉

    Piace a 3 people

    1. Sono d’accordo su tutta la linea, l’ho sempre pensato, ma in questo periodo si è rafforzata questa convinzione. Facebook lo uso solo per la pagina che ho sempre collegata al blog e twitter non lo uso. Instagram è superficiale, ma porta molta visibilità.

      "Mi piace"

  3. Condivido in toto! Io in realtà mi ero distaccata realmente da tante piccole lente cose che mi piacevano e mi facevano stare bene, a prescindere dal blog. Ora ho ripreso in mano anche io la scrittura in un clima di rilassatezza che non vivevo da tempo. Un piccolo lato positivo 🙂

    Piace a 1 persona

  4. Non uso le reti sociali digitali da tempo, principalmente per motivi etici sulla privacy.
    Condivido i commenti sopra.
    Amo il blog in generale, in questo periodo ho ripreso a pubblicare, non sono molto bravo nello scrivere ma ho scelto un dominio mio senza dipendere da nessuno.
    Happy blogging.

    Piace a 1 persona

    1. Anche io ho delle perplessità sulla privacy che questi social violano in molti modi, cerco di usarli in modo responsabile, ma da tempo mi sono accorta che non c’è modo di proteggere i propri dati, tranne non inserirli, mai.

      Piace a 1 persona

  5. Mi trovo benissimo qui su WP, con molti parlo anche al di fuori!
    Poi su FB sto poco, lo tengo solo per alcuni contatti e per seguire pagine divertenti… ma da anni non dico niente e non commento più… Evaporata l’ha appena spiegato meglio di me il perché!
    Mentre IG mi piace molto per le immagini e le cose da cercare!

    Piace a 1 persona

  6. Ho solo FB ma dopo un primo periodo di entusiasmo mi sono francamente rotto e ci vado pochissimo. Mi piace scrivere e leggere e penso che questo sia il posto migliore per confrontarsi e conoscere altre persone con le quali discutere, condividere idee e stimolarsi a vicenda.

    Piace a 1 persona

  7. Io sono abbastanza parca nell’uso dei social in questa situazione, troppe informazioni non mi fanno troppo bene. Se a questo aggiungi che, anche a selezionare chi seguire etc, ti becchi anche qualche bufala, preferisco starmene con un libro bella tranquilla.

    Piace a 1 persona

  8. Pessimo! Dopo una vera e propria dipendenza da faccialibro (da cui mi sono disiscritto definitivamente, dopo molti tentativi abortiti, un quattro anni fa) ne sto il più alla larga possibile, e coltivo di più i blog. Infatti mi sono riconosciuto perfettamente in ciò che dici, brava!

    Piace a 1 persona

    1. È proprio questo il punto, gli altri social come dici tu si scorrono velocemente. Penso che sia come nella vita reale, tutti parlano e nessuno ascolta. Un mare di bla bla bla senza originalità, contenuti sempre uguali.

      Piace a 1 persona

  9. Mi piace molto la riflessione che hai fatto sui blog, Lettrice, e anche i confronti con le altre forme di comunicazione. Col blog è tutto più lento, però si instaurano rapporti più profondi rispetto a Facebook, per esempio. Anche se, bisogna dirlo, dipende da noi e dalle persone che frequentiamo, dallo spessore delle cose che pubblichiamo. Poi, naturalmente, ci stanno anche i momenti di leggerezza, anche questa è una necessità. Ciò che non va bene sono le parole pesanti, i litigi e i colpi bassi. La correttezza, credo, non debba mai mancare.
    Ciao, sempre bello venire qui, belle le recensioni e belli questi momenti di riflessione.
    Piera

    Piace a 1 persona

  10. Grazie, bello questo post! Mi ritrovo molto con quello che dici, Lettriceassorta e voi altri lettori naviganti di questo “mare”. Anch’io sto riscoprendo il mio blog che cmq ho già da oltre dieci anni (ero su Splinder all’inizio, poi su blogger ed ora qui su wp, ma mi trovo benissimo). I tuoi consigli si lettura sono molto interessanti! Ciao, un saluto a te e a tutti!

    Piace a 1 persona

    1. Grazie Rosalba. Dieci anni sono tantissimi, complimenti! Sicuramente i momenti di stanchezza e carenza di motivazione ci sono per tutti.
      Buona Pasqua!

      "Mi piace"

  11. Condivido pienamente. Aprire un blog è sempre stato il mio sogno nel cassetto, ma per mancanza di tempo, voglia e dedizione non l’ho mai avuto. Questa quarantena mi ha permesso di concentrarmi sulle cose che contano davvero per me. Il blog è uno di queste. Condividere i miei pensieri, le mie emozioni e avere un riscontro da parte delle altre persone<3

    Piace a 1 persona

  12. Non avrei saputo descrivere meglio Instagram, lo trovo senz’anima proprio come te. Detto questo, ho un rapporto di amore/odio coi social. Da un lato li trovo importanti ed utili, dall’altro un enorme accumulo di pensieri e intenzioni futili.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...