UN COLPO AL CUORE di Piergiorgio Pulixi

UN COLPO AL CUORE

La lettura che in questi giorni ha impegnato molto del mio tempo libero è stata UN COLPO AL CUORE di Piergiorgio Pulixi.

Un sacchettino con dentro 28 denti, viene lasciato sulla porta di casa della vittima di un violentatore assolto a causa di cavilli tecnici e prescrizioni. Il macabro ritrovamento getta scompiglio nella Omicidi di Cagliari, soprattutto quando emerge che i denti appartengono proprio allo stupratore e sembrano essere stati estratti con forza, senza particolari attenzioni… 

Un po’ Giustiziere e un po’ il dentista del famoso film horror di Brian Yuzna, il cattivo di questa storia fa paura, si nasconde dietro una maschera inquietante e diffonde video intitolati La legge sei tu dimostrando l’abilità consumata di un hacker provetto.

UN COLPO AL CUORE racconta la storia di Eva Croce e Mara Rais partner presso la squadra mobile a Cagliari e del tenebroso vicequestore Vito Strega che vive a Milano. Queste tre persone si trovano ad avere a che fare con un serial killer che rapisce e tortura i criminali che sono riusciti a sfuggire alle maglie della legge.

Un thriller inquietante, che punta il focus sulla giustizia spesso preda di uffici ingolfati e piante organiche dissanguate che talvolta non riesce a fare il suo corso in modo equo, generando grande frustrazione mescolata a visceralità. Da questi meccanismi distorti, nasce la follia omicida di un giustiziere dai mille volti e vi assicuro che sarà piuttosto cruenta e perversa.

Scritto meravigliosamente bene, questo thriller mantiene sempre alta la tensione, nonstante sia lungo più di cinquecento pagine. Quando sembra che tutto sia chiaro, ecco arrivare altri colpi di scena. La domanda è sempre la stessa: chi è il giocatore invisibile che muove le pedine? A pagina trecento ancora brancolavo nel buio, così pure i tre investigatori del romanzo che hanno un solo punto fermo: la mente criminale dietro a tutto l’orrore dilagante, è abilissima a interpretare i sentimenti delle masse e plagiarli a proprio piacimento. “L’odio è come un’orchestra. Ha bisogno di qualcuno che lo diriga, che faccia montare la tensione e la cadenza, per poi lasciarla esplodere in tutto il suo impeto in una cavalcata maestosa.”

Una lettura scorrevolissima e intrigante. Il finale è aperto a sviluppi futuri che non vedo l’ora di conoscere. Aspetto con curiosità di sapere qualcosa in più su Eva Croce e la morte della figlia. Lettura consigliata!

Un pensiero riguardo “UN COLPO AL CUORE di Piergiorgio Pulixi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...