LE RAGAZZE DI VERATE di Virginia Bramati

Le ragazze di Verate

Se come me siete un po’ stressate dai “sassi e i dardi dell’oltraggiosa fortuna”  e avete voglia di distrarvi leggendo delle storie divertenti, romantiche  e con un pizzico di suspense, potete dare un’occhiata alla mia ultima lettura: per me è stata una vera coccola.

LE RAGAZZE DI VERATE di Virginia Bramati, contiene racchiusi in un solo, pratico volume, i primi tre romanzi dell’autrice, tutti autoconclusivi e con un luogo in comune: Verate, piccolo borgo di una Brianza immaginaria. Il primo della serie, si intitola TUTTA COLPA DELLA NEVE e racconta le vicende tragicomiche di una ragazza impulsiva e curiosa di nome Annalisa.

Annalisa detta Sassi, fa la praticante presso un prestigioso studio legale di Milano, ma il fine settimana torna a Verate, nella casa dove ha vissuto da bambina. Graziosamente ingenua e viscerale, Sassi porta racchiuso nel suo cuore, un dolore che condiziona molte delle sue scelte:

“Ci sono cose che devo indagare, domande per cui devo trovare una risposta, prima di poter continuare nella mia vita personale e professionale.”

Sassi è un adorabile romanticona un po’ maldestra che porta tanta allegria; dopo una serie di figuracce e fraintendimenti, trova l’amore e fa pace con il passato. Il finale mi ha commossa e riportata in pace col mondo.

Il secondo romanzo contenuto nel volume, si intitola MENO CINQUE ALLA FELICITà e racconta di Costanza, una giovane giornalista che lavora a New York. Costanza, su sollecito del padre, decide di tornare per Natale dalla famiglia a Verate, nella Brianza. Il suo caporedattore e amante Pierluigi, non è d’accordo ma a lei non importa, visto che la loro storia ha raggiunto il capolinea. La ragazza si chiede cosa c’è che non vada a casa sua, la richiesta di suo padre non promette nulla di buono. Già! perché il padre di Costanza è morto da tempo… Un romanzo divertente che parla d’amore,  dal rassicurante lieto fine.

“Se sei felice gli altri se ne accorgono subito: non puoi proprio nasconderla, la tua felicità. Improvvisamente ti mette al centro delle cose, riempie tutti i tuoi vuoti, ti travolge, ti trasfigura e i tuoi occhi si illuminano, la pelle si rischiara, il sorriso si apre… No, proprio non puoi nasconderla.”

Per ultimo, ma non per importanza c’è E se fosse un segreto? (il romanzo che ho preferito in assoluto) nel quale facciamo la conoscenza della protagonista Alessandra, sindaco di Verate alle prese con il suo primo e mai dimenticato amore Stefano, di ritorno dagli Stati Uniti. Anche in questa storia ci sono un piccolo segreto da svelare, tanta dolcezza, la simpatica Terry che veste le abitanti di Verate per le grandi occasioni, Sassi la romantica e tanta neve su giardini, case e palazzi.

Consigliatissimo!

Le ragazze di Verate

Pubblicità